La Granda | #Agrirosa è Anna Solavaggione
28004
single,single-post,postid-28004,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,select-child-theme-ver-1.0.0,select-theme-ver-2.4.1,wpb-js-composer js-comp-ver-4.7.4,vc_responsive
 

#Agrirosa è Anna Solavaggione

#Agrirosa è la storia del gentil sesso complice nella valorizzazione della Razza Piemontese.
#Agrirosa è la narrazione delle donne che sono terra feconda per l’agricoltura e la zootecnia.
#Agrirosa è Anna Solavaggione. Classe 1948, 39 primavere al fianco del marito Giovanni, da sempre esercita l’arte zootecnica nel comune di Savigliano.


Figlia di contadini residenti a Vottignasco, esprime le doti tipiche delle donne prima al fianco del compagno, poi insieme al figlio Paolo ed il nipote Matteo.
Trasferitasi in strada Santa Scolastica dove, ormai da trent’anni, cresce l’azienda agricola La Piemunteisa, dona il proprio tempo per la cura della vitellaia.
“Il momento dello svezzamento e la cura dei vitelli appena nati rappresentano la fase più delicata per ogni allevatore”, spiega Anna.
Le prime settimane di vita sono infatti le più rischiose per la salute dei piccoli, é importante evitare sbalzi di temperature e correnti d’aria che possono compromettere la salute dei vitelli.

Ma non é tutto. Le donne, naturalmente più empatiche, creano connessioni anche con gli animali.
“Mi siedo, osservo e, senza nè termometri o visite specialistiche, riconosco anche i primi sintomi di una febbre”.
Anna crede nel rispetto dei tempi, nell’accogliere la natura e nel silenzio cosciente delle donne.

"Agrirosa" Anna Solavaggione

“Agrirosa” Anna Solavaggione

"Agrirosa" Anna Solavaggione - Consorzio La Granda

“Agrirosa” Anna Solavaggione – Consorzio La Granda



Torna al blog